My home, in Libya PDF Stampa E-mail

(2018)

video, 66'00, 16:9, HD
prodotto da Stefilm con ZDF/Arte, Rai Cinema, Mibact, Film Commission Torino Piemonte
con il supporto di Premio Solinas/Apollo 11, Atelier Milano Film Network, Start
international sales: Deckert Distribution GmbH

Film riconosciuto di interesse culturale con contributo economico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Direzione Generale Cinema

scritto e diretto da Martina Melilli
con Antonio Melilli, Narcisa Bertipaglia, Mahmoud
direttore della fotografia Nicola Pertino
montaggio Enrica Gatto
musiche Nicola Ratti
sound recording and design Matteo Valeri
grafiche Paolo Berra



Filming in her grandparent’s home near Padova in Italy, Martina identifies a map of places belonging to their past. Antonio was born in Libya when it was an Italian colony and lived in Tripoli where he married Narcisa. They were suddenly forced to leave the country in 1970 just after Gheddafi’s coup d’etat.  With the help of a young Libyan contacted on social media she collects images of her grandparents ‘home’ town today. Some names have changed, others not. As they exchange pictures and chats their relation grows. The web allows them to slowly overcome the physical and cultural boundaries that separate their lives, bringing us into a world the media has no access to.

Filmando la casa dei suoi nonni vicino a Padova, Martina identifica una mappa di luoghi appartenuti al loro passato. Antonio è nato a Tripoli, in Libia, quando questa era una colonia italiana, e lì ha sposato Narcisa. Sono stati costretti a lasciare il paese all’improvviso nel 1970, dopo il colpo di stato di Gheddafi. Con l’aiuto di un giovane libico contattato tramite i social media, Martina raccoglie immagini di quella che è diventata oggi l’allora “casa” dei suoi nonni. I nomi di alcune strade sono totalmente cambiati, altri no. Tramite lo scambio di immagini e chat, la relazione tra i due diventa più profonda. Il web permette loro di superare pian piano i confini fisici e culturali che separano le loro vite, portandoci all’interno di un mondo nel quale i media non hanno accesso.

 



WORLD PREMIERE Locarno Film Festival 2018


 
©martinamelilli2015
P.I. 04862950286